work life balance essential steps

Work Life Balance Essential Steps

Discover 7 Essential Steps to Live a Balanced Work Life

Work life balance: secondo la definizione che condivido di Kalliath e Brough è

la percezione individuale della compatibilità tra il lavoro e le attività fuori dal lavoro. Entrambi contribuiscono allo sviluppo individuale in linea con le attuali e personali priorità di vita.

Come raggiungerlo, e soprattutto mantenerlo? E’ difficile, ma indispensabile per vivere con soddisfazione la propria vita e riuscire a rivestire con serenità i ruoli di lavoratore, genitore e persona con le proprie passioni.

Come dimostrato in questo post, per raggiungere il work life balance è necessario il supporto dalla società (datore di lavoro, governo, familiari), ma è anche, in primis, necessario che noi stessi collaboriamo. Come farlo?

In quest’altro post vi ho spiegato cosa non fare.

Veniamo ora ai 7 passi  essenziali che dipendono solo da noi:

  1. PIANIFICAZIONE:

per affrontare il lavoro con serenità è necessario pianificare le attività, in termini sia di tempo che di energie da spendere.  Certo, gli imprevisti sono all’ordine del giorno, e questa non è una scusa per non pianificare, anzi una certa dose di imprevisti deve essere messa in agenda (le contingency). In più, ti stai allenando ad eliminare le distrazioni?

2. PASSIONE:

I nostri genitori ci hanno insegnato che bisogna saper fare anche quello che non ci piace, e forse a volte ci dimentichiamo che dobbiamo anche imparare a domandarci cosa ci piace. E dare una piega al nostro lavoro nella direzione ci piace. Ti sembra impossibile perchè volevi fare la giornalista e ti ritrovi a fare l’avvocato? Volevi fare il medico e invece sei ingegnere? Leggi questo post e capirai come forse mollare tutto non è la soluzione.

3.ATTEGGIAMENTO POSITIVO:

Inizi la giornata salutando tutti con un sorriso: venire in ufficio è un piacere anche perchè incontri una comunità di colleghi con i quali hai instaurato una relazione di fiducia e rispetto. Lascia stare i pettegolezzi, risolvi subito le incomprensioni. A volte basta veramente poco, solo il coraggio di ammettere i propri errori.

4. NON GUARDARE L’OROLOGIO:

Senza orari flessibili il work life balance è impossibile. E questo non dipende da noi. Non c’è niente di più svilente che aver raggiunto il risultato della giornata e sentirsi costretti a rimanere ancora per timbrare il cartellino. Ma a volte ciò che ci ferma è anche la paura del giudizio dei colleghi, o vice versa si interpreta l’orario flessibile con “finalmente non ho orari ed esco presto per prendere mio figlio a scuola, finirò il lavoro domani”. NO! NO! NO! Bisogna fregarsene di quello che dicono i colleghi sul nostro orario (lo dicono davvero? o forse siamo solo noi che pensiamo che loro lo pensino?) Cioè, davvero ci facciamo condizionare da ciò che pensiamo che qualcuno potrebbe pensare? E se invece pensassero “guarda che efficiente quella che ha fatto tutto in meno ore”? Se non lavori guardando l’orologio, la giornata vola. E’ una certezza. Quando si può uscire prima ne approfitti per ricaricarti, quando si deve lavorare di più ti organizzi per poterlo fare, e a volte il pc torna a casa con te.

5. STUDIO CONTINUO:

Approfondire quello che si fa, tenersi aggiornati, fa sentire più sicuri delle proprie competenze. Non aspettare il corso organizzato, spesso basta una semplice ricerca su google!

6. MENTE APERTA:

Il tuo lavoro ti coinvolge ma è importante saper staccare. E’ proprio il giusto status mentale per trovare soluzioni: le idee migliori, si sa, vengono sotto alla doccia.

7. DAI UN SIGNIFICATO ALLA TUA CRESCITA:

Ad un certo punto, capita a più o meno a tutti, l’attesa crescita aziendale tarda ad arrivare. Nel frattempo però stai acquisendo competenze che ti rendono migliore anche nella vita privata. E le competenze che acquisisci come mamma ti rendono migliore al lavoro. Stai crescendo come persona, e questo è ottimo per il tuo equilibrio.

E voi, avete raggiunto il vostro work life balance? Come vi sentite? Cosa invece vi frena dall’ottenerlo?


W

ork life balance: according to the definition of Kalliath and Brough it means:

individual perception or conciliation between work and non-work related activities. Both contribute to personal development in line with individual life priorities

How to achieve and maintain the best work life balance? It is difficult but necessary in order to find satisfaction from the different roles covered during the day: worker, parent and person with its hobbies.

As shown in this post, the support from the society (family, government, company) is essential to achieve work life balance. And it is also essential that we take the right work life balance steps. How?

In this post you will read what MUST NOT BE DONE.

Here are the 7 work life balance essential steps that only depend on ourselves: 

  1. WORK LIFE BALANCE ESSENTIAL STEPS: PLANNING:

being able to plan daily activities, both in terms of time and energy to spend, is essential in order to achieve your goals. In every day there are also unexpected events, sure, and this is not an excuse for avoiding planning: put also some contingencies in your agenda! Btw, are you already focused on eliminating  distractions to concentrate on your targets? Read on for our second of our work life balance essential steps. 

2. WORK LIFE BALANCE ESSENTIAL STEPS: WORKING WITH PASSION

Our parents have taught to our generation that we must also learn to do what we don’t like, and sometimes we forget that we also must understand what we like. And put what we like in our job. Seems impossible because you’d love to be a journalist but you are a lawyer? Or you dreamed to be a doctor and you are now an engineer? Before quitting everything to follow your passions, read  this post!

3. WORK LIFE BALANCE ESSENTIAL STEPS: HAVING A POSITIVE ATTITUDE:

start the working day by greeting everyone with a true smile. Indeed, you meet in the office a community of colleagues with whom you have established a relationship of trust and respect. If you have had discussions, clarify them as soon as possible. Admit you were wrong, nobody will blame you! And if your colleague was wrong, be the first to ask to find a clarification.

4. WORK LIFE BALANCE ESSENTIAL STEPS: DON’T LOOK AT YOUR WATCH:

If it is not allowed to work flexibly, work life balance is impossible. And this doesn’t depend from us. There’s nothing worse than achieving your result and feeling obliged to remain in the office to wait till the evening for nothing. But sometimes we wait cause we are afraid of what colleagues may think if we go out at 16. On the opposite, it is wrong to use flexibility as “I go out at 16 to pick up my kids, will finish my work tomorrow”.  NO! NO! NO! You must absolutely disregard what colleagues say when you go out early (do they really say something? Or maybe we think that they think something?) Does it make sense to limit ourselves because of possible thoughts? And if our colleagues were thinking “look how efficient is this mom!”? When you have finished, you go home: sometimes earlier, sometimes later and sometimes the laptop’ll come home with you.

5. WORK LIFE BALANCE ESSENTIAL STEPS: STUDYING:

Constantly keep up to date with latest developments in your business. Just a query in google is enough sometimes, you do not need to wait for the structured course!

6. WORK LIFE BALANCE ESSENTIAL STEPS: INNOVATING:

To achieve a work-life balance, you need to like your work, and you also need to take breaks without thinking at it. It’s then when you find amazing work solutions: the best ideas, we know, come when you are under the shower.

7. WORK LIFE BALANCE ESSENTIAL STEPS: GROWTH:

Every day you make experiences at work that you can use in your private life. On the other hand, the skills that you develop as a parent make you more productive in the office. This is the perfect virtuous circle for your work life balance. 

What about you? Have you reached your work life balance? How do you feel? On the contrary, what is the big hurdle that makes it difficult?  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here