working mom tips

Working Mom Tips for Improving Work Life Balance (English version below)

Discover The Best Working Mom Tips on how to improve work life balance

Q

uesto è il primo di una serie di articoli su come essere una madre lavoratrice e riuscire a farcela. 

In un precedente post ho presentato la lettera “Io, madre lavoratrice, non ce l’ho fatta”. Partendo proprio da questa dichiarazione di fallimento, cerchiamo di capire come fare per riuscire a conciliare famiglia e lavoro. 

La prima dichiarazione di fallimento della lettera è aver scelto il lavoro sbagliato

Ho sempre sognato di fare la giornalista, fin da bambina (…) Son passati 20 anni (…) e la realtà è che non sono diventata giornalista. Mi sono iscritta a giurisprudenza perché, figlia di magistrato, ho seguito il consiglio paterno, quel genere di consigli che ti pesano come macigni ma che ti sembrano ineluttabili, perché non riesci a contraddire la persona che per te è l’essenza della ragionevolezza. Son finita a fare l’avvocato, neanche troppo brava, e provo anche a fare la madre, ruolo cercato e voluto con lacrime e sangue (…)

E’ essenziale, per trovare un equilibrio tra la propria vita privata e lavorativa, essere consapevoli che stiamo facendo il lavoro giusto. Sembrerà incredibile, ma riconoscere che stiamo facendo il lavoro giusto dipende solo da noi (è una delle 7 cose che possiamo fare noi, senza l’aiuto di altri, per raggiungere il work life balance)

Fare il lavoro giusto vuol dire riuscire a vedere nel proprio lavoro i tre pilastri che ce lo fanno amare. Oggi parlo del primo pilastro.

1 . Le passioni:

Le passioni sono quelle cose che ti piace talmente tanto fare che le faresti gratis.

Fermi tutti, non diamo le dimissioni per aprire un chiringuito in Messico! Anche se io l’idea di lasciare tutto per iscrivermi a medicina a 30+ anni l’ho accarezzata più volte…

Riconoscere nel proprio lavoro gli aspetti che lo riconducono alle proprie passioni richiede una riflessione, perchè quasi sempre non sono evidenti.

Prendiamo per esempio la lettera da cui siamo partiti: “ho sempre sognato di fare la giornalista ma la realtà è che sono finita a fare l’avvocato”. Essere giornalista vuol dire scrivere e divulgare la verità. Questo non è poi così diverso da difenderla di fronte ad un tribunale.

Prima di trovare il mio equilibrio pensavo di aver sbagliato tutto: avrei voluto essere un medico per aiutare le persone, invece mi ritrovavo a fare l’ingegnere che sviluppa impianti rinnovabili. Ho poi visto nel mio lavoro la mia passione: amo contribuire alla salute delle persone producendo energia pulita. Amo far parte di un gruppo che riesce a portare la luce fino a quel bimbo in Africa che magari la userà per studiare e diventare medico. Amo lavorare a contatto con le persone, che possono essere aiutate anche solo con un sorriso, una buona parola, con un minuto di ascolto e sincero interessamento nei loro confronti. Nel quotidiano, posso guidare una squadra valorizzando le differenze, perché è così che i risultati arrivano, quando la malattia dei pregiudizi è sconfitta.

Fate una lista degli aspetti del vostro lavoro in linea con le vostre passioni e i vostri valori, e date importanza a quegli aspetti.

E’ utile fare anche una lista di quanto non ci piace, e capire come intervenire per migliorarlo. Fissiamo anche una data in cui misureremo gli effetti delle nostre azioni di miglioramento.

Esempio: sono un avvocato ma vorrei essere un giornalista perché mi piace solo scrivere mentre mi vergogno a parlare in pubblico. Possibile azione: seguo un corso di public speaking. Dal vivo se ho tempo, online altrimenti. Fisso sul calendario una data in cui mi do appuntamento con me stessa, alla fine del corso. Potrei aver scoperto che, una volta imparata l’arte, parlare in pubblico è emozionante! E il solo fatto di aver dedicato tempo a me stessa mi darà una gran soddisfazione.

Altro esempio: potrebbe piacervi il vostro lavoro, ma vi sentite in colpa ogni volta che chiedete un permesso per gestire una urgenza familiare. In questo post, potrete prendere coscienza del vostro valore come madre lavoratrice. Inoltratelo ai colleghi, prima o poi arriverà anche alla scrivania del vostro capo. Siate consapevoli del vostro valore, e come la goccia che scava la roccia, piano piano tutto l’ufficio cambierà atteggiamento. Voi valete, quando lavorate date il meglio e non mi dovete sentire in colpa. Amate il vostro lavoro, e amate anche la vostra famiglia. La vostra famiglia non è un impedimento, anzi è un accrescimento per la vostra professionalità, e viene prima di tutto. Augurate lo stesso a chi vi giudica.

Non vedete l’ora di conoscere il prossimo pilastro? Anche io non vedo l’ora di scrivervi, ma ormai sono le 7 di mattina, e vado a svegliare i miei figli…una giornata piena mi aspetta!


This is the first of a series of posts on how to be a working mother and do it all. It produces many effective working mom tips to help properly balance a working moms lifestyle.  

In a previous post I’ve reported the letter “I am a working mother and couldn’t make it.” Starting from this failure declaration, let’s try to understand how to make a success of our life.

The letter starts with the first failure statement: choosing the wrong job

I’ve always dreamed of becoming a journalist since I was a child …20 years have passed… and the truth is that I’ve not become a journalist. I have studied law because, being a magistrate’s daughter, I have followed my father’s advice, that kind of advices that weight a million pounds, but seem inescapable because you are not able to contradict the person who is the essence of reasonableness for you. I ended up being a lawyer, not too clever, and I’m also trying to be a mom: a role that I have wanted with tears and blood

 

In order to achieve a work life balance and before any working mom tips could work, it’s necessary to be aware that we are working the right job. It may seem incredible, but recognizing that we are working the right job only depends on ourselves (it is actually one of the 7 essential steps we can do to achieve a work life balance). This is an essential beginning to our series on working mom tips. 

Being aware we are doing the right job means recognizing in our job three pillars. This post is on the first pillar of some of my working mom tips.

1.Your passions:

Passions are what you like so much that you’d do for free.

Stop, do not resign to open a chiringuito in Mexico! Even if I admit that in the past I wanted to quit everything and start Medicine university after being 30+ years old.

Finding in your job similarities with your passions require a deep thought, cause similarities may not be apparent.

Consider for example the letter. “I’ve always dreamed of becoming a journalist, but I ended up being a lawyer. Journalism’s first obligation is to tell the truth, which is not so different from defending it in front of a court.

Imagine you would like to be a doctor cause you like helping people but you are an engineer who develops renewable plants. I could find my balance when I understood that with my work I can contribute to people’s health by producing clean energy. I am part of an organization that brings light to that child in Africa who may use it to study and become a doctor. I can help people I work with just giving a smile, showing sincere interest in them, listening to them. In leading my team, I can value the differences, because that is how results are reached: when the illness of prejudices is defeated.

Make a list of the aspects of your work in line with your passions and values, and give importance to those aspects.

It is also useful to make a list of what we do not like of our job. Then, let’s try to find some corrective actions. Let’s also fix a date when we will check the results of the measures.

Example: I am a lawyer but I would like to be a journalist because I like writing while public speaking terrifies me. Corrective action: take a public speaking course. Even an online course if there is no time. At the end of the course, we might find out not only that public speaking is exciting but also that we are excited cause we could dedicate some time to ourselves

Another example: you may like your work, but your boss makes you feel guilty whenever you need a permit to manage your kids. After reading this post, you will be aware of your value as a working mother. Forward it to your colleagues and sooner or later also your boss will become aware. Be aware of your value, and your colleagues will value you. You love your job, and you love your family. Your family comes first and you won’t feel guilty cause being a mom lets you be a more skilled professional. And you wish the same to your boss. Those are non optional when it comes to acting out proven working mom tips!

Are you looking forward to knowing the next pillar of working mom tips? I am looking forward to writing it, but it’s 7 a.m. and time for blogging has finished, I will wake up my kids! See you soon!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here