Perchè assumere una mamma – Why hiring a mom

perchè assumere una mamma why hiring a mom

Perché assumere una mamma: semplicemente perchè è la scelta migliore che possa fare un’azienda.

Why hiring a mom: simply because it is the best choice an interviewer can do (english version below)

Squilla il telefono. E’ Maria, conosciuta in sala parto: anche lei due gemelli.

«Claudia, ti ricordi il lavoro di cui ti parlavo?».

«In linea col tuo profilo, sei stata Super Viky al test: zero errori e la prima a consegnare, e, soprattutto, la tua passione? Certo che me lo ricordo, sono giorni che parli solo di quel colloquio!».

«Mi hanno scartata: la posizione richiede un grosso impegno, e… ».

«Dai, non ti preoccupare, ne troverai uno migliore!».

«Se faccio altri colloqui, sarò sempre scartata: perchè assumere una mamma?».

«Come, perchè assumere una mamma? Semplicemente perchè è la scelta migliore che un’azienda possa fare! Scriverò per te una mail. Poi decidi tu se inviarla a chi ti ha scartata, tenerla nel cassetto, o condividerla con tutti».

Gentilissimo Dott. IntervistatorePerLaPosizioneInLineaColMioProfilo (“IPLPILCMP”),

La ringrazio per l’interessante colloquio avuto. Oggi mi ha telefonato la Dott.ssa Rossi dell’HR: «Buongiorno Maria, come stai?». «Buongiorno Dott.ssa Rossi. Bene, grazie e lei?». «Diamoci pure del tu, come stanno i gemelli? Ho dimenticato i loro nomi». «Marco e Mattia». «Ah, che bei nomi, M&M!».

Non è una telefonata frettolosa: batto 5 ad Marco, lui sorride da dietro al ciuccio: mamma, ce l’abbiamo fatta!

«Sai, Maria, ci sei piaciuta molto». Prende tempo. «Però c’erano molti candidati, e alla fine il Dott. IPLPILCMP ha dovuto scartarti».

«Capisco. Posso chiedere per quale motivo?»

«Sai, la posizione richiede un grosso impegno, e….»

Gentile Dott. IPLPILCMP, condivido il suo criterio: tra tanti, si sceglie il candidato migliore.

Perchè assumere una mamma se si può scegliere tra tanti giovani liberi da impegni?

Quando mi ha chiesto che sport facessi, voleva sentirsi dire pallavolo, uno sport di gruppo. Io le ho risposto: ho due bimbi piccoli, non faccio sport. Loro mi hanno allenata a sentire la voce dei gesti, e il suo colpo di tosse da aria condizionata era il rumore del suo pensiero:

Con due neonati, la fetta che può dedicare a questo lavoro sarà molto piccola.

Sa, Dott. IPLPILCMP, io non sono una torta. Io non mi divido tra figli, lavoro, marito e sport. Io mi arricchisco dai miei diversi ruoli e gestire una famiglia è come gestire un team: bisogna condividere le regole, definire obiettivi e ruoli (io cucino, tu apparecchi e tuo fratello sparecchierà). Nell’insegnare ai figli ad essere autonomi, prendo decisioni, e do l’esempio cercando di sbagliare il meno possibile. Ogni giorno, sto attenta a non tradire la loro fiducia. E tra un compito e l’altro non mi dimentico mai di sorridere.

Si ma, se potesse dedicarsi solo a questo lavoro…

Lo farei male. Dopo un po’ mi annoierei, o diventerebbe la mia ragione di vita, comunque non darei il giusto peso ai risultati, ai sacrifici, agli errori, al contributo del team.

La sua giornata resta comunque fatta da 24 ore, come fa a far tutto?

Si ricorda, Dott.IPLPILCMP quando era all’università? Studiava fino ad un secondo prima dell’esame, giusto? Posta una scadenza, ci si mette tutto il tempo che ci si è dati. Ecco, io accorcio le mie scadenze. Le riunioni durano il giusto, il caffè lo prendo a casa, la pausa pranzo è come il mercoledì universitario: un Save the Date. Pianifico la mia giornata: prima le priorità, con le telefonate di lavoro sgranchisco le gambe in corridoio, e quello che si può fare la sera torna a casa con me.

Ok per il tempo, ma questo lavoro richiede grosse responsabilità…

Essere madre vuol dire prendere tutti i giorni decisioni, e assumersene la responsabilità. Vedere come ogni gesto o parola crei delle conseguenze e non aver paura di ammettere di aver sbagliato. Mentre i figli crescono, vuol dire adattarsi continuamente ad un nuovo contesto. Nelle difficoltà di ogni giorno, non posso permettermi di aspettare soluzioni dagli altri, devo essere ogni giorno proattiva, e inventare nuovi modi per superarle. Volere il meglio per il proprio figlio allena a puntare all’eccellenza, e chi è responsabile del futuro del mondo sa che deve mantenere gli impegni presi.

Ma al team, avere una persona così stressata può creare problemi.

Sa, Dott. IPLPILCMP, quando arrivo a casa stressata dal lavoro cosa trovo? Sorrisi, o capricci, ma comunque qualcuno che aspetta il mio ritorno. Ascoltare, cullare, spiegare, giocare lava via il mio stress. E poi, da quando ho due figli sani, ho sempre il sorriso. Forse sarò un po’ noiosa con questo atteggiamento materno, se per le scale ti dirò di fare attenzione, se in attesa che inizi una riunione invece che chattare su whatsapp chiedo al mio vicino come sta, se quando un collega è sfiduciato lo motivo come ad un figlio prima della partita. Se vedo opportunità nelle problematiche, se a forza di insegnare “non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te” valorizzo le differenze.

E poi: la passione! La sente la forza della la mia passione?

Perchè assumere una mamma? Perchè ci vuole coraggio per cambiare, per smettere di dire si fa così perchè l’abbiamo sempre fatto. E le mamme di coraggio ne hanno tanto.

Cordiali saluti

Maria

 

E voi, vi sentite valorizzate come madri al lavoro? Quali sono le vostre esperienze? Raccontatecele nei commenti qui sotto!


The phone rings. It is Mary, we met in the birth room: twins she too, and we immediately became friends.

«Claudia, do you remember the position I mentioned to you?»

«In line with your profile, you were Super Viky at the test: zero mistakes. Sure I remember it!»

«I have not passed the interview: the position requires a lot of work, and …»

«Do not worry, you’ll find a better job!»

«I won’t pass any interview in line with my proficiency. Why hiring a mom?».

Why hiring a mom? Simply because it is the best choice an interviewer can do!

I’m writing an email for you. You decide whether sending it, keeping for yourself or sharing with the entire world.

Dear Mr. InterviewerForThePositionInLineWithMyProfile (“IFTPILWMP”),

Thank you for the interesting interview we had. Today I was called by Ms Brown, from your HR dept: «Good morning Mary, how are you doing?». «Good morning Ms. Brown». «I’m fine, thanks, and you?». «Very well, how are twins? I’ve forgotten their names». «Mark and Matias». «Nice names, M & M!».

It’s not a rushed phone call, I give 5 to Marco, who smiles: Mom, we did it!

«You know, Mary, we really like you». She is buying time. «But there were many candidates, and Mr IFTPILWMP has not selected you».

«I see. Can I ask you the reason? ».

«The position requires a big commitment…».

Dear Mr IFTPILWMP, I agree with your criterion: you select the most suitable candidate.

Why hiring a mom if you can choose among lots of young men?

When you asked me what sport I like, I was expected to reply volleyball. I told you I have two little babies, no time for sport. They are training me to hear the voice of gestures, and your air-conditioned cough was the sound of you thoughts:

With two children, the slice  of your time for this job will be very small.

I’m not a cake. I do not split myself among kids, work, husband and sport. My different roles enrich me and managing a family is like managing a team: I clarify rules, define goals and roles (I will cook, you will prepare the table, your brother will pick up). In teaching to my children to become autonomous, I make decisions, and I try to make mistakes as little as possible. Every day, I’m careful not to betray their trust.And I never forget to smile.

But if you could focus only in this job…

I would be bad at it. After a while I would be bored, or this job would become my reason for living, and I would not give the right weight to the results, the sacrifices, the mistakes, the team’s contribution.

Anyhow, the day is made of 24 hours, how can you do it …

Mr IFTPILWMP, do you remember when you were at the university? You were studying till the very last second before the exams, right? It’s proven that whatever is the deadline, you finish at the deadline. So, I shorten my deadlines. Meetings last as necessary, I take my coffee when at home, lunch break at Pastarito is a Save the Date. I plan my day: first the priorities, during the phone calls I stretch my legs, and what can be done in the evening comes home with me.

Ok for the time, but this job is a big responsibility …

Being a mother means taking decisions every day and assuming responsibility, seeing how every gesture or word creates consequences and not being afraid to admit you have been wrong. It means constantly adapting to a new context as children grow up. In everyday difficulties, I can’t wait for someone to tell me the solution: I must be proactive, and always innovative cause kids change, and also their challenges.  A mom’s aim is the excellence when she wants the best for her child, and who is responsible for the future of the world knows that commitments must be fulfilled.

 But having such a stressed person can create problems to the team.

Do you know, Mr IFTPILWMP, what I find when I get home overworked? Smiles, or whims, but anyways someone waiting for my return. Listening, chanting, explaining, playing washes out my stress. And, since I have two healthy children, I keep smiling. Maybe I’ll be a bit boring with this maternal attitude if I’ll tell you to be careful when walking down the stairs, if while waiting for a meeting I ask my neighbor how he is doing, instead of chatting on whatsapp. If when a colleague is discouraged, I motivate him like a son before the football match. If I see opportunities in the difficulties, if by continuously teaching “treat the others as you would wish to be treated”, I respect diversities. I value differences, with twins it is a must.

And then, passion! Don’t you feel the power of my passion?

Why hiring a mom? Because courage is needed to make a change. And moms are full of courage.

Kind regards

Maria

Do you feel valued being a working mom? What is your experience? Tell us in the here below comments box!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here