Jobs with best work life balance – I lavori col miglior work life balance

Jobs with best work life balance

Jobs with best work life balance are jobs that fit with you.

Do you think that jobs with best work life balance are those with higher salary, lower working hours or home based? You may get a very high salary and still be not satisfied. You may work home based and still feel demotivated. The right job is not the same for everybody.

In the Huffingtonpost a professor gives advice to students on how to choose the right job.

If you are not a student, but are already working and feel you are not doing one of the jobs with best work life balance, what can you do?

This post is the last one of a series of three posts that aim to help you turn your job into one that fits with you, with tips that you can easily apply. The series starts from a letter by a working mom that has failed to find her work life balance because, among other things, she was doing the wrong job.

Jobs with best work life balance have three characteristics:

  1. Are in line with your passions. In this post you will be surprised to learn that it is possible to turn your job into one in line with your passions;
  2. Are in line with what you are good at. In my previous post  the ultimate tip on how to be incredibly sharp and good at your job;
  3. You get paid for your work. This is indeed the most difficult part, not only if you are an entrepreneur, but also if you are an employee.

How many times have you thought you deserve a promotion?

How many times have you thought you are not paid enough to also deal with certain things?

The fact is that you get paid today because someone dealt with these things in the past.

Your boss won’t promote you just because of your results in the current position, but most importantly because he thinks you can deal with higher responsibilities. He’ll think it only if you have always been proactive and responsible, and never said: it is not my responsibility!

When you have accepted to solve issues not strictly in your perimeter, you have probably contributed to solve problems of other colleagues. Consequently, when your boss will need to validate with the organization his idea of promoting you, he will find a consensus.

Are you ready to stop saying: “I am not paid for doing this task”?

Excuses are an obstacle to your work life balance achievement, don’t let them decide for your future!


Qual è il lavoro col miglior work life balance? Non ne esiste uno per tutti, per ciascuno c’è quello adatto.

il miglior lavoro è quello col miglior stipendio, che richiede meno ore lavorative e che si può fare da casa? Anche con un buono stipendio, anche con un lavoro da casa ci si può sentire poco valorizzati, si può pensare: non ce la faccio!

Nell’Huffingtonpost un professore spiega agli studenti che stanno scegliendo il loro primo lavoro come deve essere il lavoro giusto per ciascuno di noi.

Se non sei più uno studente, stai già lavorando ma senti che il tuo lavoro non è adatto a te, cosa puoi fare?

Questo post è l’ultimo di una serie di tre articoli che hanno lo scopo di aiutarti a rendere il tuo lavoro quello giusto per te, con consigli pratici che puoi mettere in atto e che dipendono solo da te. La serie parte da una lettera scritta da una mamma che non è riuscita a conciliare il lavoro con la sua vita familiare perchè, tra le altre cose, sentiva di fare un lavoro sbagliato.

Il lavoro migliore per te è quello che ha queste tre caratteristiche:

  1. E’ in linea con le tue passioni. In questo post scoprirai come puoi migliorare il tuo lavoro per renderlo in linea con le tue passioni
  2. E’ quello che sei brava a fare. Nel mio post precedente il consiglio essenziale per come essere incredibilmente brava nel tuo lavoro
  3. Sei pagata per farlo. Questa è la parte più difficile, non solo per un libero professionista, ma anche per un dipendente.

Quante volte hai pensato di meritare una promozione?

Quante volte hai pensato che non ricevi uno stipendio sufficiente per occuparti anche di certe altre cose?

Il fatto è che oggi riceviamo lo stipendio perché qualcuno si è occupato di quelle cose in passato.

Non solo. Il tuo capo non ti promuoverà tanto per i tuoi risultati nella posizione corrente, ma soprattutto perché pensa che sei pronta per affrontare responsabilità più ampie. Questo lo potrà pensare solo se sei stata proattiva e responsabile, e non ha mai detto: “no, questo non lo faccio, non rientra nei miei compiti!”.

Nell’accettare di risolvere richieste non strettamente tra i tuoi compiti, avrai probabilmente contribuito anche a risolvere problemi ad altri colleghi. Così, quando il capo dovrà convalidare con l’organizzazione la sua idea di promuoverti, troverà un bel consenso e tutto andrà liscio!

Allora, sei pronta a non dire più: non sono pagata abbastanza per farlo?

Le scuse rappresentano un ostacolo alla realizzazione della tua vita lavorativa, non lasciare che siano loro decidere per il tuo futuro!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here